Italiano   English
 

Qual è la strategia vincente per le imprese?

Competizione o collaborazione? Gli esperti di marketing ed economia non hanno alcun dubbio: la seconda. Anche se difficile ed impegnativa la strada della collaborazione è sicuramente la più giusta da percorrere, soprattutto oggi e soprattutto in un paese come l’Italia il cui tessuto produttivo si caratterizza per la prevalenza di piccole e medie imprese (PMI).

Solo unendo le forze, facendo sistema, costruendo un sistema di relazioni, le nostre piccole e medie imprese possono assorbire al meglio le spinte monopolistiche operate dai grandi gruppi aziendali e competere con maggior successo in un mercato sempre più complesso e globalizzato. Sì, perché oggi la competizione non si misura più a livello locale ma a livello nazionale, europeo o anche mondiale. E cambiare il modo di approcciarsi al mercato diventa quindi indispensabile.

Aggregarsi, quindi, per innovare ed incrementare il business mettendo tutte le proprie risorse e politiche aziendali a disposizione di un progetto di crescita comune, guardare nella stessa direzione e tendere verso il raggiungimento dei medesimi obiettivi.

Ed è proprio per questi motivi, che Restart srl (LI) e Masmec Spa (BA), hanno deciso di portare avanti un progetto di collaborazione che consiste nell’acquisizione del 20% delle quote societarie di Restart srl da parte di Masmec Spa.

Da Bari. Da trent’anni Masmec è apprezzata come fornitore “chiavi in mano” di macchine e sistemi automatici per assemblaggi, collaudi e prove funzionali. Nata nel tessuto industriale barese dall’iniziativa imprenditoriale dell’Ing. Michele Vinci (dal 1 Luglio Presidente di Confindustria Bari e BAT), l’azienda oggi vanta una solida struttura. Ben l’80% del personale, che oggi supera le 100 unità, ha cultura superiore o universitaria. Masmec vanta un’esperienza soprattutto nei settori Automotive e Fluid Power ed annovera tra i suoi principali clienti i leader mondiali del settore. Da anni si affidano a Masmec multinazionali leader come Continental, Delphi, Fiat, TRW, Sauer Danfoss, Bosch, Magneti Marelli. Le macchine speciali Masmec sono una combinazione unica di conoscenze elettroniche, meccaniche, idrauliche e software.

Da Livorno. Restart nasce nel 2001 per iniziativa dei due soci fondatori Pistocchi Flavio e Cioni Rossano. In questi anni l’attività ha avuto un progressivo e costante sviluppo e ad oggi può operare in una sede operativa di oltre 1000 metri quadrati nella quale progettano e costruiscono macchine per l’automazione industriale, e possono contare su una forza lavoro interna di 20 dipendenti tra ingegneri e tecnici altamente qualificati. Restart può essere oggi un vanto per la città di Livorno e provincia, per l’alto contenuto tecnologico delle macchine prodotte: dallo sviluppo su sistemi di visione, alla consegna chiavi in mano di impianti robotizzati anche di produzione propria, dalla progettazione elettrica alla realizzazione di quadri di comando, dalla programmazione avanzata di sistemi automatici controllati da PLC, a sistemi di controllo e supervisioni su base PC con i sistemi più evoluti oggi in commercio. L’attività serve un’ampia clientela locale, nazionale ed estera. Si va dal settore Automotive, a quello dell’estrazione mineraria, dal settore della trasformazione della carta passando all’industria chimica.

Gli anni recenti sono stati caratterizzati da un’economia mondiale che ha subito una grave recessione e da una serie di profonde trasformazioni che hanno messo a dura prova la sopravvivenza di molte realtà aziendali. In questo particolare contesto, dobbiamo affrontare il mercato con coraggio e lucidità senza tralasciare efficienza e innovazione.

Per questi motivi Restart e Masmec hanno deciso di unire le forze, aumentare ulteriormente anche in Toscana ed in particolare a Livorno, la presenza di attività dall’alto contenuto tecnologico in grado di competere anche con realtà estere.

È così che il vecchio detto: "l’unione fa la forza" trova una perfetta applicazione anche in campo aziendale.